Blog di una giovane insegnante con la passione per il proprio lavoro: la scuola.

Benvenuti in questo blog dove si parlerà di tutto quello che ruota attorno al mondo della scuola: DSA, cooperative learning, sostegno, rapporti tra genitori e insegnanti ecc.
Inserirò anche delle schede didattiche e risorse che ho creato (e soprattutto sto creando) per il mio lavoro quotidiano, in modo che possano essere utili anche a voi!

Se vi interessa sapere qualcosa di più sul perchè di questo blog e dei miei video sul canale youtube teachermaia cliccate qui.
Se volete suggerire temi, fare domande o parlare di qualsiasi cosa vi interessi, lasciate pure un commento sotto ai post o scrivetemi a maestramaia88@gmail.com!
Sono anche su:
Facebook
Twitter

Passatemi a trovare!


English version

lunedì 30 novembre 2015

L'importanza dell'intervallo: attività ludiche per migliorare il rapporto tra insegnante e alunno

Ed eccoli finalmente arrivati: quei sacri dieci o quindici minuti in cui alunni e insegnanti si muovono disordinatamente per la scuola tra bagni, compagni, caffè e merendine del caso. I bambini possono parlare tra loro, giocare e liberarsi dall'ingombrante presenza didattica degli insegnanti.

E poi arrivo io :-)

A parte gli scherzi, per me l’intervallo non è affatto un momento di pausa, ma è una frazione di tempo preziosa per mantenere e arricchire il mio rapporto con i bambini.
Durante le lezioni è difficile mantenere un rapporto neutro con i bambini, a maggior ragione essendo di sostegno e incanalando l’80% delle mie energie verso i bambini con più difficoltà. Molte volte mi sembra di lasciare indietro e allontanarmi sempre di più da tutti gli altri.

Così, mi è venuta un’idea. Perché non occupare un paio di intervalli a settimana per intraprendere attività ludiche tutti insieme?

Esempi:

- tutti i giovedì ( e soltanto quel giorno per lasciarli riposare in pace in tutti gli altri) i bambini si siedono con me sul materassino nel nostro angolo lettura mentre io leggo un paio di pagine di Harry Potter e la pietra filosofale (scelto rigorosamente da loro tra altre opzioni presentate). Oltre alla speranza di migliorare le loro capacità di ascolto e di comprensione orale, estremamente carenti a causa dell’esagerazione di input visivi ai
quali sono abituati, spero anche di migliorare il mio rapporto con loro.

Durante gli altri intervalli della settimana concordo, con i bambini che ne hanno voglia, attività libere da fare (non occupo mai tutti gli intervalli della settimana perché, nonostante la mia classe sia un tempo normale e l’orario scolastico non sia così impegnativo, è giusto lasciare i pulcini a scorrazzare tra di loro come più piace); così abbiamo iniziato un interessante percorso sulla musica:

-         ascolto diversi generi musicali, riflessione e, infine, canto di canzoni scelte insieme.
-         grazie al tablet e al collegamento internet della scuola balliamo, guardando i video registrati su Youtube del famoso gioco per la consolle Wii Just Dance Kids: non avete idea di dove potreste trovare dei piccoli ballerini nascosti.


Infine, attività che inizierò questa settimana, si ritorna alle vecchie tradizioni e inizieremo a fare a maglia! Vedendo la scarsissima abilità manuale della maggior parte dei bambini, ho pensato di portare i ferri e la lana più spessa che ho e insegnare a gruppi di tre a creare una minuscola sciarpa di gruppo.




Ovviamente, essendo l’intervallo un momento di relax, non obbligo nessuno a seguire le mie attività, a parte per la lettura del Giovedì, così lascio sempre liberi gli altri di restare al banco a parlare o di giocare tra di loro.


Musica, ballo, Harry Potter e maglia… Mi piace occupare il tempo così; sapete, a me il caffè non piace… 

Teacher Maia

Lavoretti, idee e creazioni per Natale

Per noi insegnanti, ormai il Natale è alle porte. Iniziamo a insegnare e a far cantare canzoni ai bambini, siamo già impegnati nei lavoretti di Natale, tra alberi di cartoncino, palline e brillantini in ogni dove… siamo in un periodo molto pieno!

Qui ho raccolto vari video tutorial con idee interessanti per il Natale da creare con i nostri pulcini: sono bellissime!
Fatemi sapere se ne avete creata qualcuna ;-)

Pupazzo di neve con un calzino



Albero di Natale con un semplice cartoncino



Decorazioni e ghirlande



Decorazione-stella con il cartoncino



Pupazzo di neve in cotone da appendere all'albero



Portacandele ornamentali



Semplicissimo albero di Natale da creare per bambini molto piccoli



Alla prossima!

Teacher Maia

giovedì 26 novembre 2015

CAA e Symwriter nella comprensione e produzione verbale

Ciao a tutti e bentornati sul blog TeacherMaia- Didattica in pillole.

Oggi vi mostrerò una parte del lavoro che ho intavolato quest’anno con l’alunno che seguo. Come ho spiegato nel video, non darò indicazioni sull’alunno nello specifico per il rispetto della privacy, quindi non farò nomi, età e mi riferirò all’alunno o al bambino in generale.

Gli obiettivi che mi sono posta quest’anno di perseguire, ovviamente basati sulle difficoltà dell’alunno, sono stati:

-         migliorare la comprensione delle frasi e di semplici testi.
-         migliorare la produzione verbale e scritta, arricchendo sempre di più le frasi minime.

Come potrete immaginare, la comunicazione è la difficoltà maggiore di questo alunno e, in collaborazione con tutte le figure che gli ruotano attorno, stiamo cercando di migliorare la sua capacità di esprimere bisogni di formulare richieste.
Nel video spiegherò brevemente come lavoro e vedrete il quaderno e le attività principali sulle quali mi sono focalizzata nell’ultimo periodo.

Queste sono alcune pagine del quaderno che abbiamo iniziato un paio di settimane fa:

 Come vedete ho utilizzato sempre gli stessi colori per indicare la differenza tra soggetto, predicato e complemento.

Il bambino, a seconda degli esercizi, deve completare la frase data con il complemento o con il verbo, oppure deve combinare e formare le frasi lui stesso.
















 
Qui sopra trovate alcune attività utili per imparare a rispondere alle domande: guarda il disegno e rispondi con sì o no oppure con risposte aperte o a scelta.
Nelle pagine sottostanti, invece, trovare attività relative alla produzione e alla costruzione di frasi partendo sempre dall'aiuto del disegno.


Link utili:


Al prossimo video

Teacher Maia

domenica 15 novembre 2015

Attentato a Parigi... Attentato alla libertà


Lunedì 16 novembre. 
Maestri e professori rientrano in classe e si chiedono: come affronterò l’argomento? Come potrò raccontare di tanta crudeltà a quelli che, nonostante l’età anagrafica, restano comunque dei bambini agli occhi del mondo?

Non è facile, ma la strada giusta non è di certo far finta di nulla. Questa è la vita e la scuola insegna a vivere.
Non sarà facile per il professore parlare di tanta violenza al ragazzo di sedici anni, e non sarà facile per chi, come la sottoscritta, dovrà entrare in classe e parlare, insieme alle colleghe, a bambini di otto anni.

Che cosa dire? In che modo possiamo parlarne senza esagerare, e soprattutto senza ridurre eccessivamente?
Non sarà facile, ma ci proveremo, parlando di violenza, ma parlando anche di libertà. Parleremo di odio, ma soprattutto dell’amore che lega le persone oltre i confini, oltre i mari, oltre le religioni, uniti tutti in sostegno di una bandiera sofferente.
L’idea sarà quella, seguendo chi già l’ha messa in pratica nei luoghi dell’accaduto, di cantare Imagine di John Lennon, soffermandoci sui concetti di libertà, di pace e di amore, e non sull’odio e la violenza.
Dobbiamo ricordarci dell’amore soprattutto in questi momenti, combattendo l’odio e la paura del diverso che la sofferenza inevitabilmente crea dentro di noi.
Spieghiamo cos’è la libertà, perché migliaia di persone hanno combattuto per essa e, soprattutto, ancora stanno combattendo.

Dopotutto:

Le fiabe non insegnano ai bambini che i draghi esistono, loro lo sanno già che esistono.
Le fiabe insegnano ai bambini che i draghi si possono sconfiggere.

G.K. Chesterton


Teacher Maia